Sovraindebitamento

Che cos'è il sovraindebitamento

Si trova in sovraindebitamento chi, nonostante gli sforzi, non riesce più a sostenere i propri impegni economici e rimborsare finanziamenti o pagare i propri debiti.

Il sovraindebitamento può derivare, per esempio, da diversi acquisti rateizzati o da un imprevisto dovuto a questioni di mercato, di lavoro, familiari o di salute.

La legge lo definisce come "una situazione di perdurante squilibrio tra le obbligazioni assunte e il patrimonio prontamente liquidabile per farvi fronte, che determina la rilevante difficoltà di adempiere le proprie obbligazioni, ovvero la definitiva incapacità di adempierle regolarmente".

LE SOLUZIONI AL SOVRAINDEBITAMENTO

La crisi da sovraindebitamento può essere gestita perseguendo tre diverse strade. 

L'OCC, il Gestore della Crisi e un Giudice delegato valutano la fattibilità delle soluzioni possibili in ogni caso concreto tra le seguenti:

  1. Accordo di composizione della crisi e ristrutturazione: ai creditori viene proposto un progetto con importi e tempi definiti per saldare in tutto o in parte i debiti. L'accordo è raggiunto se sono favorevoli creditori che rappresentano almeno il 60% del debito.
  2. Piano del consumatore: funziona come l'accordo ma non è necessario il parere favorevole dei creditori ed è riservato esclusivamente a debiti che non riguardano un’attività professionale in corso.
  3. Liquidazione del patrimonio del debitore: il debitore e il Gestore individuano i beni da vendere e destinando il ricavato al pagamento in tutto o in parte dei debiti.

All'esito della procedura di gestione della crisi il debitore che abbia operato con impegno e correttezza può beneficiare, previa verifica delle condizioni, dell'esdebitazione. 

L'esdebitazione comporta la possibilità di lasciarsi alle spalle i vecchi debiti anche se attraverso la gestione della crisi sono stati pagati solo in parte.

CHI PUO’ ACCEDERE ALLA PROCEDURA DI SOVRAINDEBITAMENTO? 

Con l'istituzione dell'ORGANISMO DI CONCILIAZIONE FORENSE, l'Ordine degli Avvocati intende affrontare il grave problema sociale di quanti si trovano in stato di insolvenza e che, secondo la normativa attualmente in vigore, non possono né fallire né avvalersi delle altre procedure concorsuali per dilazionare i debiti e abbatterli parzialmente con l'accordo dei creditori.

I soggetti destinatari sono:

  • consumatori
  • imprenditori agricoli
  • start up innovative
  • imprenditori sotto la soglia di cui all’art 1 Legge Fallimentare (negli ultimi 3 esercizi prima del deposito della istanza di fallimento: un attivo patrimoniale di ammontare complessivo annuo non superiore ad € 300.000,00 (trecentomila), ricavi lordi per un ammontare complessivo annuo non superiore ad euro duecentomila, ammontare di debiti anche non scaduti non superiore ad euro cinquecentomila)
  • imprenditori sopra la soglia di cui all’art 1 Legge Fallimentare ma con debiti inferiori ad € 30.000,00 (trentamila)
  • imprenditori cessati
  • soci illimitatamente responsabili (es: socio di s.n.c., socio accomandatario di una s.a.s.)
  • professionisti, artisti e altri lavoratori autonomi
  • società professionali ex L. 183/2011
  • associazioni professionali o studi professionali associati
  • società semplici costituite per l'esercizio delle attività professionali
  • enti privati non commerciali.


CHI NON PUO’ ACCEDERE ALLA PROCEDURA:

Non possono invece accedere alla procedura di gestione della crisi da sovraindebitamento: 

  • l'imprenditore soggetto ad altre procedure concorsuali
  • chi, nei 5 anni precedenti, ha già fatto ricorso ad una procedura per sovraindebitamento
  • chi ha subito provvedimenti di revoca, risoluzione o annullamento dell'accordo di ristrutturazione o del piano del consumatore
  • chi presenta una documentazione incompleta o insufficiente a ricostruire la situazione economica


CHI E’ IL GESTORE DELLA CRISI 

Il Gestore della Crisi è un professionista scelto dall'OCC per studiare la situazione di chi è in sovraindebitamento e trovare, insieme al debitore, delle possibili soluzioni.

ORGANISMO DI COMPOSIZIONE DELLA CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO 

L'Organismo di composizione della crisi da sovraindebitamento (OCC) dell'Ordine degli Avvocati di Milano è stato istituito in attuazione della legge 3 del 2012 ed è iscritto dal 1 aprile 2016 al n. 34 del Registro degli Organismi tenuto presso il Ministero della Giustizia.

L'OCC è un’istituzione, imparziale ed indipendente, che fornisce informazioni sul sovraindebitamento, valuta le richieste di chi vuole attivare la procedura e nomina i gestori delle crisi.
 

Come fare per avviare la Procedura

Per dare avvio alle procedure da parte dell'Organismo è necessario compilare l'istanza, che può essere:

  • inviata all'Organismo tramite mail, pec, fax, raccomandata (utilizzando i riferimenti sotto indicati)
  • depositata a mano presso l'Ufficio di Segreteria dell'Organismo


COSTI

Con la presentazione dell'istanza è necessario il versamento di € 200,00 IVA inclusa. Il compenso dell'Organismo è calcolato con il preventivo formulato, in applicazione del tariffario OCC, dal Gestore della Crisi che esamina l'istanza.

I pagamenti possono essere effettuati in contanti, con bancomat, carta di credito, assegno e bonifico bancario. 

I dati per il bonifico bancario sono i seguenti:

Rag.Soc./Intestatario: Ordine Avvocati di Milano - Organismo Composizione Crisi da Sovraindebitamento
Banca: Banco Popolare Società Cooperativa - ag. 28 Viale Monte Nero
IBAN: IT09L0503401615000000001973

ALLEGATI UTILI


CONSIGLIO DIRETTIVO DELL’ORGANISMO 

Avv. Vinicio S. Nardo
Avv. Marisa Olga Meroni
Avv. Maria Maddalena Arlenghi
Avv. Chiara Valcepina

Referente dell'Organismo
Dott. Carmelo Ferraro

ORARI E RECAPITI ORGANISMO 

Gli Uffici dell'Organismo sono aperti dal lunedì al giovedì, dalle 9.00 alle 13.00.

Indirizzo: Segreteria Ordine - 1° piano Palazzo di Giustizia - Via Freguglia, 1 20122 Milano iingresso da Corso di Porta Vittoria (Largo Biagi) - 20122 Milano

Telefono: 02 5492921 (attivo dal lunedì al giovedì, dalle 9.00 alle 13.00)
Fax: 02 54101447
PEC: occ@cert.ordineavvocatimilano.it
Mail: occ@ordineavvocatimilano.it

PROVVEDIMENTI DI ISCRIZIONE AL REGISTRO DEGLI ORGANISMI PRESSO IL MINISTERO

Provvedimento di iscrizione al Registro (4 aprile 2017)
Provvedimento di iscrizione al Registro - modifica dell'iscrizione (15 dicembre 2017)
Provvedimento di iscrizione al Registro - modifica dell'iscrizione (16 gennaio 2018)